Data: 08/08/2018
Email : xxx@gmail.com

Buongiorno Dottoressa, le scrivo perche’ ho trovato una gattina su un albero a lato della strada 2 settimane fa.
Io e il mio fidanzato l’abbiamo fatta scendere, ma invece di ringraziare e scappare nei campi vicini, ci ha seguiti.
Abbiamo passeggiato un po’ per vedere se ritrovava la strada di casa, ma niente, nel frattempo ha iniziato a piovere e l’abbiamo portata in macchina.

Sperando di trovare chi l’avesse persa ho deciso di portarla a casa ma nessuno ad oggi l’ha reclamata.

Ora, il mio problema è il seguente: la gatta ha 4 mesi e nonostante io abbia sperato di non imprintarla si è subito affezionata a me. Io per lavoro sono sempre in viaggio, infatti anche adesso sono a 400 km da casa mia (e quindi ho trovato la gatta in “trasferta”). Vorrei fare la cosa giusta per questo animale e mi chiedo se sia giusto tenerla e portarla sempre con me, oppure trovarle un padrone più abitudinario anche se significherebbe abbandonarla. Se può aiutare nella valutazione, la gattina è tranquilla, molto affettuosa, ben tollera pettorina e trasportino (quest’ultimo alla condizione che io la accarezzi quando è dentro), quando mi capita di lasciarla a casa sola qualche ora non fa danni e non piange.

Grazie se mi potrà essere d’aiuto.
Cordiali saluti,
XXX

Buona sera,
la gattina evidentemente ha un carattere molto aperto e confidente. Ottima qualità. Essendo anche molto giovane può pensare di “abituarla” alle sue trasferte e portarla con sè. Certo questo richiede un po’ di organizzazione logistica, come ad esempio portare con sè ciotole, cassetta igienica, oggetti conosciuti ecc… e trovare preventivamente soluzioni alberghiere o di alloggio che accettino animali. Ci sono gatti che imparano ad apprezzare il trasportino e seguire i proprietari nei loro spostamenti. Dipende ovviamente dal loro carattere e dall’abitudine che viene impostata. In questo la giovane età gioca a favore.

In alternativa si può pensare di lasciare la gattina a casa, se le trasferte non impegnano troppi giorni.
In generale si consiglia di non spostare un gatto adulto se il viaggio dura meno di quindici giorni, questo perchè mediamente questo è il tempo che un gatto adulto impiega per conoscere e organizzare un nuovo ambiente.
In questo caso si può chiedere a qualcuno (parenti, amici, cat sitter, …) di venire a occuparsi del gatto in nostra assenza.

Le lascio a tal proposito il link di una diretta Facebook che ho fatto proprio circa questo argomento
spero possa esserle di aiuto
Cordiali saluti,

di Elena Borrione
(17/08/2018)

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

La Dottoressa risponde, quasi sempre prontamente, a tutte le richieste, nel limite della correttezza professionale. Spesso non e' possibile fornire via mail una soluzione pronta all'uso, ma ricevere uno spunto di riflessione e', in ogni caso, prezioso. Si ricorda di non chiedere ne' prescrizioni mediche ne' terapie farmacologiche via email
Hai provato a seguire la Dottoressa su Facebook? Clicca qui!
La gattina persa si è ora affezionata a noi
Tag: Abbandono