Data: 24/9/2014
Da: XXX@YYY.it

Buonasera Dottoressa,
la mia cagnolina XXX (jack Russel di 4 anni) è entrata a far parte della nostra famiglia da appena 4 mesi. L’abbiamo adottata da una famiglia che l’ha fatta partorire un anno fa e poi ha “dato via” sia lei che sua figlia. Sembrava una cagnolina molto tranquilla ma dopo poco tempo (15/20 giorni e progressivamente nel tempo fino ad oggi) ha esternato delle problematiche che non mi erano state dette né dai precedenti “proprietari” né dalla volontaria dell’associazione che me l’ha portata da XXX (io vivo a XXX).

Ha morso mia mamma, 2 volte mio marito e due amici. Tira al guinzaglio, lingua di fuori, abbaia alle persone che corrono, agli altri cani. Ai primi segnali ho consultato un’educatrice ed una veterinaria comportamentalista. Abbiamo fatto qualche lezione con l’educatrice ma non riusciamo a farle fare gli esercizi. dopo le lezioni nella pausa settimanale, perché non riusciamo a gestirla per l’agitazione e l’abbaio e la testardaggine tipica della razza. Ho allora ricontattato la veterinaria comportamentalista che non essendo in grado di effettuare subito una ulteriore visita mi ha detto di dare a Nancy per ora, XXX mg. Un’amica che si occupa di fitoterapia mi consiglia invece i XXX.

Nell’indecisione e nella consapevolezza di non avere certezza di successo di ciascun prodotto e che in nessuno dei due casi si tratta di medicinale, mi chiedevo se questo primo tentativo posso farlo utilizzando entrambi i prodotti. Lei cosa mi consiglia?

La ringrazio se vorrà rispondermi e ringraziandoLa in qualsiasi caso le auguro buon lavoro.

Gentilissima Sig.ra XXX,
La situazione che mi ha descritto è quanto mai delicata. Visto che XXX è già seguita da un veterinario esperto in comportamento, le consiglio di rivolgersi alla collega, per decidere se abbinare anche un prodotto qual è il XXX. I rimedi fitoterapici sono comunque rimedi terapeutici. Darli, senza avere il parere del terapeuta che segue il caso, rischia di complicare e pasticciare non solo il giudizio diagnostico ma anche il percorso studiato per il recupero.

La ringrazio molto per avermi risposto!!
Buon lavoro

di Elena Borrione
(29/09/2014)

[Voti: 1    Media Voto: 4/5]

La Dottoressa risponde, quasi sempre prontamente, a tutte le richieste, nel limite della correttezza professionale. Spesso non e' possibile fornire via mail una soluzione pronta all'uso, ma ricevere uno spunto di riflessione e', in ogni caso, prezioso. Si ricorda di non chiedere ne' prescrizioni mediche ne' terapie farmacologiche via email
Hai provato a seguire la Dottoressa su Facebook? Clicca qui!
Due terapie per una cagnolina mordace
Tag: Abbaia    Paura    Tira